Statistiche gratis
Avv. ANTONIO CARDELLA Via Cimaglia, 112 Tel/Fax 081 8491273 80059 Torre del Greco (NA) ESPERTO IN DIRITTO DI FAMIGLIA E DEI CONSUMATORI
24 Novembre 2020

20/04/2012, L´avv. Cardella: gli armatori stanno facendo il gioco delle tre carte!

20-04-2012 16:04 - AGGIORNAMENTI e COMMENTI
Fallimento Deiulemar, ansia e rabbia tra gli obbligazionisti

Condividi
TORRE DEL GRECO -
A 24 ore dalla proposta di concordato presentata dalla Deiulemar per evitare il fallimento della storica compagnia di navigazione esplode la rabbia degli obbligazionisti. Rabbia che si avverte lungo le principali strade di Torre del Greco, dove il caso del colosso economico di via Tironi resta l´unico argomento di discussione. E che arriva fino a Ercolano, dove - all´interno della storica chiesa di Pugliano - un gruppo di cento risparmiatori si è riunito per fare fronte comune e stabilire le prossime iniziative da mettere in campo. Su blog e siti internet, invece, la voce che si leva è praticamente un coro: «No al concordato-truffa, puntiamo al fallimento per recuperare i nostri soldi», l´appello dei risparmiatori della rete. Il piano di rientro presentato dagli armatori al termine dell´assemblea straordinaria dei soci non piace: un concordato al 52%, di cui solo il 23% in contanti e il restante 77% diviso esattamente in due tra azioni e obbligazioni. «Ci vogliono dare solo il 12% dei nostri soldi, una proposta inaccettabile», la reazione della stragrande maggioranza degli investitori. Ora in ansia per il verdetto del giudice Massimo Palescandalo del tribunale di Torre Annunziata, chiamato a decretare il futuro della Deiulemar, approvando (o rigettando) le istanze di fallimento presentate da sette creditori della compagnia di navigazione. «La Deiulemar ha fatto - spiega Antonio Cardella, avvocato dell´Unione Consumatori - il più classico gioco delle ´tre carte´: subordina, in primis, il pagamento del contante alla vendita degli immobili messi a disposizione dai soci e continua a riferire di non fare distinzioni tra i titoli mentre, al momento della costituzione in giudizio, eccepisce la irregolarità delle cosiddette obbligazioni ´parallele´. Infine, i soci della Deiulemar Shipping continuano a riferire che tale società è cosa diversa dalla Deiulemar Compagnia di Navigazione ma, nel contempo, partecipano ai tavoli tecnici, dichiarano di volere conferire parte del loro patrimonio e presenziano ufficiosamente all´udienza al tribunale di Torre Annunziata». Insomma, la tensione resta alle stelle. A dispetto di qualche telefonata arriva alla sede di via Tironi, dopo la presentazione del concordato: «Sono telefonate confortanti - trapela dagli uffici della Deiulemar - che confermano che la strada intrapresa è giusta». Una strada che oggi sarà illustrata dall´amministratore unico Roberto Maviglia al commissario regionale del Pdl: Francesco Nitto Palma - in città per promuovere la corsa al bis del sindaco Ciro Borriello a palazzo Baronale - incontrerà i vertici della compagnia di navigazione alle 18 per affrontare la questione e sollecitare una soluzione efficace a garanzia delle 13.000 famiglie che hanno investito nel compagnia di navigazione fondata da Michele Iuliano, Giuseppe Lembo e Giovanni Della Gatta. «La politica non deve restare a guardare - spiega il primo cittadino del Pdl - perché la vicenda rischia di distruggere l´intera economia della nostra città».

Fonte: Metropolis

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio