Statistiche gratis
Avv. ANTONIO CARDELLA Via Cimaglia, 112 Tel/Fax 081 8491273 80059 Torre del Greco (NA) ESPERTO IN DIRITTO DI FAMIGLIA E DEI CONSUMATORI
27 Novembre 2020

ABUSI NEL REGNO DEIULEMAR: PRIMI GUAI PER I DELLA GATTA.

11-07-2012 19:25 - AGGIORNAMENTI e COMMENTI
di ALBERTO DORTUCCI
TORRE DEL GRECO -
Sono al centro di un´inchiesta da 800 milioni di euro - il valore del fallimento della compagnia di navigazione che ha fatto la storia e la fortuna della città del corallo - aperta dalla procura di Torre Annunziata per fare piena luce sul crac che rischia di mandare sul lastrico 13.000 famiglie di investitori. Eppure, i primi guai giudiziari per le famiglie di armatori che dal 1969 rappresentano il fulcro dell´economia all´ombra del Vesuvio potrebbero non arrivare dalla caccia al «tesoro scomparso» degli obbligazionisti bensì dalla lotta all´abusivismo edilizio: a due settimane dal blitz messo a segno nel regno dei rampolli di Giovanni Battista Della Gatta - fondatore della Deiulemar, insieme al «capitano» Michele Iuliano e a Giuseppe Lembo - arriva, infatti, la prima svolta nelle indagini sulla dépendance fuorilegge scoperta dai vigili urbani all´interno della residenza da sogno di Angelo Della Gatta e Pasquale Della Gatta.
A scoperchiare il calderone degli intrecci che si nascondono sotto la tenuta di famiglia a ridosso dell´hotel Sakura-Mercure è stato Francesco Bassolino, imprenditore di Afragola e amministratore unico della «Maestrale», la società a responsabilità limitata formalmente proprietaria del feudo dove in diverse occasioni si sono concluse le manifestazioni di protesta degli obbligazionisti della Deiulemar: l´unico indagato per gli abusi edilizi realizzati nella mega-villa di via Giovanni Battista Della Gatta è comparso davanti agli agenti di polizia municipale - assistito dal suo legale di fiducia, l´avvocato Giancarlo Panariello - per chiarire il proprio ruolo nei fatti contestati durante il sopralluogo dei caschi bianchi.
Il responsabile della «Maestrale» avrebbe spiegato agli investigatori di avere acquisito la titolarità dell´immobile nel 2009 quando fu formalizzata la fusione con la «Pagra», una società riconducibile alla seconda generazione della storica famiglia di armatori: un´acquisizione solo sulla carta perché, in realtà, le varie dépendance del feudo sarebbero state «assicurate» attraverso contratti di locazione della durata di 30 anni. Contratti stipulati nel 2003 - prima che cominciassero le grandi manovre finanziarie che hanno svuotato le casse della compagnia di navigazione e sei anni prima della fusione tra la «Pagra» e la «Maestrale» - e intestati, secondo la ricostruzione fornita da Francesco Bassolino ai vigili urbani, a quattro diversi conduttori: Angelo Della Gatta, Valeria Sessa - moglie di Pasquale Della Gatta - Francesco Ascione - noto imprenditore del settore sportivo, marito di Micaela Della Gatta - e Giuseppe Tomsich.


Nomi adesso finiti all´attenzione del pubblico ministero Francesca Sorvillo, impegnata a risalire ai responsabili degli abusi edilizi scoperti dopo la telefonata anonima arrivata al centralino del comando di via De Gasperi per segnalare i lavori abusivi nella tenuta di famiglia a ridosso dell´hotel Sakura-Mercure: durante il successivo blitz, i caschi bianchi agli ordini del comandante Andrea Formisano individuarono una baracca rudimentale - coperta con onduline in lamiera e chiusa con pareti di cartongesso - dove erano in corso lavori per realizzare due appartamenti di 90 metri quadrati su una piattaforma in cemento armato di complessivi 180 metri quadrati.
Sul posto, secondo la relazione consegnata dagli investigatori in procura, si era subito precipitato Pasquale Della Gatta: il primogenito del fondatore della Deiulemar, allo scopo di giustificare gli interventi, provò a mostrare una precedente istanza di condono edilizio presentata al Comune di Torre del Greco. Ma agli uomini in divisa bastò una rapida occhiata per verificare che la domanda era incompleta e che i lavori in corso erano abusivi. Così furono avviate le procedure che portarono al sequestro della dépendance fuorilegge e alla denuncia di Francesco Bassolino, ora pronto a scaricare tutte le responsabilità della vicenda sul poker di conduttori delle varie unità immobiliari del regno di via Giovanni Battista Della Gatta.
L´intera documentazione relativa ai chiarimenti offerti dall´amministratore unico della «Maestrale» è stata già consegnata in procura, in attesa degli ulteriori sviluppi del caso. Un nuovo fascicolo in qualche modo legato alla vicenda che da sei mesi tiene con il fiato sospeso 13.000 famiglie della città del corallo, destinato a scatenare nuove polemiche e malumori tra gli investitori che rischiano di vedere andare in fumo i risparmi accumulati in una vita di sacrifici.

Fonte: METROPOLISWEB

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio