Statistiche gratis
Avv. ANTONIO CARDELLA Via Cimaglia, 112 Tel/Fax 081 8491273 80059 Torre del Greco (NA) ESPERTO IN DIRITTO DI FAMIGLIA E DEI CONSUMATORI
23 Novembre 2020

BASTA PRENDERE IN GIRO UN´INTERA CITTA´

03-10-2012 18:35 - AGGIORNAMENTI e COMMENTI
BASTA PRENDERE IN GIRO LA GENTE

Scandaloso e pretestuoso l´atteggiamento assunto da tutta la galassia Deiulemar. Come è possibile che la Shipping, che non più tardi di quattro mesi fa dichiarava di essere in grado di soccorrere la consorella Deiulemar, oggi alzi bandiera bianca e dichiari di avere un debito di 500.000,00 milioni di euro?
La verità è che la galassia Deiulemar non ha mai avuto la seria intenzione di tutelare gli obbligazionisti e si è sempre nascosta dietro "fantomatiche" proposte di concordato che non hanno mai trovato riscontro, neanchè all´udienza innanzi al giudice Palescandolo, come evidenziato nella sentenza di fallimento, ma avevano come unico fine quello di "gettare" fumo negli occhi ai risparmiatori, già troppo frastornati da questa vicenda, che ha letteralmente messo in ginocchio l´economia cittadina e non.

Eppure, i legali torresi hanno manifestato sin dall´inizio ampia disponibilità a trattare e nessuno di essi, sottolineo nessuno, ha presentato istanza di fallimento o "appoggiato" quella presentata da altri creditori.
Ma è stato come parlare a dei sordi! Mai una proposta seria da parte dei vertici Deiulemar, né in merito alla percentuale di rimborso, né in merito alle modalità.
Qualcuno è forse in grado di dirmi quando è stata fatta una proposta di concordato seria e, soprattutto, a quanto ammontava la stessa?
Personalmente ho persino denunziato pubblicamente l´assoluta assenza dei legali della Deiulemar, quelli ufficialmente nominati, ai numerosi "tavoli" tecnici che hanno preceduto la sentenza di fallimento. Quegli stessi legali che oggi, con estremo ardire e calpestando la dignità di migliaia di risparmiatori, affermano: "abbiamo impiegato tutte le nostre forze per salvare la compagnia di navigazione dal crac, ma la situazione è diventata insostenibile".
Parole che registro con estrema rabbia e censuro con tutte le mie forze.
Mi chiedo: ma costoro veramente pensano che le 13.000,00 famiglie, frastornate da quest´incubo, abbiano, nel contempo, perso il "lume" della ragione e non siano più in grado di scindere la verità dalle menzogne?
Cosa intendono dire allorquando affermano "abbiamo impiegato tutte le nostre forze"?
Per tali forze deve intendersi, forse, le navi sequestrate e, già prima, non aggredibili dai risparmiatori, perché oggetto di finanziamenti da parte delle banche e travolte dalla contingente crisi del mercato dei noli?
Perché, invece delle navi o unitamente alle stesse, che poco valgono, la galassia Deiulemar e tutte le generazioni ad essa collegate, non ha messo da subito, e non mette ora, sul tavolo delle trattative, i milioni di euro che ogni socio aveva nascosto all´estero per sé e la sua famiglia e le centinaia di proprietà immobiliari ( appartamenti, negozi, uffici, alberghi, ville al mare e in montagna) sparse su tutto il territorio nazionale ed estero, comprese le loro faraoniche residenze, intestate a "prestanomi"?
BASTA PRENDERE IN GIRO UN´INTERA CITTA´!
Questi signori devono prendere coscienza di aver gestito malissimo un patrimonio, accumulato nel corso di oltre 40 anni, grazie ai sacrifici economici di tanti risparmiatori e al sudore di migliaia di marittimi, e mettere a disposizione degli stessi i capitali ed i beni acquisiti proprio grazie a quei sacrifici.
Non possono pensare d continuare a fare la bella vita di sempre, se dovessero essere scarcerati, avendo messo al tappeto una città. Hanno procurato danni irreparabili!
Ecco perché, per quanto mi riguarda, continuerò a depositare per i miei assistiti denunzie penali e a lottare affinchè il fallimento venga esteso alle società ed ai soci occulti, con la consapevolezza di dare ancora più forza all´ottimo lavoro sinora svolto dalla magistratura oplontina e consentire alla stessa di riportare nelle tasche dei risparmiatori truffati i capitali nascosti.
Questo è quello che la gente si aspetta dalla giustizia. La gente è stanca di sentir parlare di crisi dei noli, di valore delle navi depauperato, di assicurazioni rinnovate.
La gente vuole saper in quale angolo del mondo questi signori, favoriti dalla totale mancanza di controllo da parte degli organi a ciò preposti, hanno nascosto i loro risparmi e li rivuole indietro!
Avv. Antonio Cardella


Fonte: UNC TORRE DEL GRECO

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio