Statistiche gratis
Avv. ANTONIO CARDELLA Via Cimaglia, 112 Tel/Fax 081 8491273 80059 Torre del Greco (NA) ESPERTO IN DIRITTO DI FAMIGLIA E DEI CONSUMATORI
27 Settembre 2020

Caccia ai tesori degli «armatori-vampiri». Presentata in Svizzera la rogatoria-bis

20-09-2013 10:15 - AGGIORNAMENTI e COMMENTI
Caccia ai tesori degli «armatori-vampiri» Presentata in Svizzera la rogatoria-bis
«La Curatela fallimentare della Deiulemar compagnia di navigazione ha inviato la richiesta per l´attivazione della rogatoria internazionale con la Svizzera». Ad annunciare la notizia che potrebbe riscrivere la storia del crac da 800 milioni di euro dell´ex colosso armatoriale di via Tironi, è Antonio Cardella, avvocato rappresentante del Comitato che tutela gli interessi degli oltre 13 mila risparmiatori travolti dal tracollo della «banca privata» di Torre del Greco. Un´ipotesi già annunciata nelle scorse settimane dagli avvocati degli obbligazionisti, che avevano parlato anche di un incontro tra Curatela, Comitato e il pm della Procura di Roma, Paolo D´Ovidio volto a gettare le basi per la richiesta di rogatoria- bis in Svizzera. Un tentativo che arriva a pochi mesi dallo scontro diplomatico di fine luglio, quando la corte dei reclami del tribunale federale svizzero, accolse- per un vizio di forma i ricorsi presentati dagli armatori contro la trasmissione degli incartamenti relativi ai conti correnti bancari alla Procura di Roma. In ballo, secondo quanto emerso dalle ricostruzioni degli inquirenti nel corso di questi mesi, ci sarebbero i fondi «distratti» dai vertici della «banca privata» di Torre del Greco. Nel mirino, in particolare sempre secondo quanto emerso dalle indagini ci sarebbero 650 milioni di euro, oltre ad altri 350 milioni spostati nelle casse degli armatori direttamente dalla flotta del colosso economico di via Tironi. Due conti correnti il cui recupero- numeri alla mano garantirebbe agli obbligazionisti corallini pieno risarcimento rispetto ai capitali versati nelle casse dell´impresa specializzata nella raccolta del risparmio. «Non c´è ancora certezza sul fatto che la richiesta sia stata ufficialmente notificata in Svizzera afferma Cardella ma è ovvio che quest´iniziativa rappresenta un punto di partenza importante per la battaglia che con fatica e passione abbiamo deciso di portare avanti». Come confermato dai legali del Comitato che tutela gli interessi degli obbligazionisti corallini, a breve, alla luce della richiesta avanzata nel corso di questi giorni, potrebbero arrivare, dalla Svizzera, risposte importanti riguardo al recupero dei fondi finiti oltralpe. Un precedente che, in caso di «ok» da parte della magistratura svizzera, potrebbe, come confermato dai legali degli obbligazionisti anche «interessanti scenari sul fronte delle indagini». Al vaglio di Procura e Curatela, infatti, c´è anche e soprattutto la ricerca di fondi e capitali «distratti» dai vertici del colosso armatoriale di Torre del Greco negli altri stati dove la Deiulemar avrebbe investito: come Lussemburgo e Malta. Una vicenda che aspettando l´esito relativo alla richiesta di amministrazione straordinaria della Shipping, potrebbe cambiare la storia del crac da 800 milioni e forse anche la vita degli obbligazionisti: i veri protagonisti di uno scontro che nelle prossime settimane potrebbe addirittura diventare «personale». Si, perchè nel corso dell´udienza del processo penale che andrà in scena il prossimo 25 settembre, ad entrare in gioco potrebbero essere proprio loro: i risparmiatori. Nel corso dell´udienza del procedimento a carico degli «armatori-vampiri», infatti, dovrebbero essere ascoltati come testimoni proprio alcuni risparmiatori, chiamati a ricostruire le ragioni del crac che ha travolto oltre 13 mila famiglie.
© RIPRODUZIONE RISERVATA @Metropolis_Web

PRECISAZIONE
Per correttezza e, soprattutto, trasparenza verso i tanti obbligazionisti che da circa due anni sono in ansia per i loro risparmi, preciso che la notizia riportata in data odierna dal quotidiano "Metropolis", contiene quanto dichiarato dal sottoscritto, riportato tra virgolette, ovvero:«Non c´è ancora certezza sul fatto che la richiesta sia stata ufficialmente notificata in Svizzera afferma Cardella ma è ovvio che quest´iniziativa rappresenta un punto di partenza importante per la battaglia che con fatica e passione abbiamo deciso di portare avanti». Ogni altra affermazione e, in modo particolare, ogni altra allusione all´entità di eventuali conti correnti, sono personali considerazioni del giornalista, non pronunziate dal sottoscritto, e rappresentano l´auspicio di noi tutti. Avv. Antonio Cardella

Fonte: Metropolisweb

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio