Statistiche gratis
Avv. ANTONIO CARDELLA Via Cimaglia, 112 Tel/Fax 081 8491273 80059 Torre del Greco (NA) ESPERTO IN DIRITTO DI FAMIGLIA E DEI CONSUMATORI
27 Settembre 2020
percorso: Home > Immobili:

IMU: ISTRUZIONI PER L´USO

Si avvicina la scadenza della prima rata dell´IMU, l´imposta municipale unica, che sta creando così tanti disagi ai contribuenti italiani, sia perché, in tempi di crisi, si tratta di un´autentica "stangata", sia perché, nonostante il 18 giugno, termine ultimo per il versamento, si avvicini inesorabile, ancora non tutti hanno le idee chiare su come calcolare l´imposta ed effettuare il pagamento.

La nostra Unione accorre in soccorso dei consumatori mettendo a disposizione, di seguito, un pratico vademecum sull´IMU.

IMU: quali sono le analogie con l´ICI e come si calcola?

Entrambe partono dalla rendita catastale e richiedono che il valore della casa venga aumentato del 5% e moltiplicato per un coefficiente fisso (100 per l´ICI, 160 per l´IMU). La rendita si può ricavare da una visura catastale, dal rogito dell´abitazione o consultando l´ultima dichiarazione dei redditi. Le due imposte, tuttavia, presentano notevoli differenze: la più eclatante è che, mentre l´ICI prevedeva un ampio spettro di agevolazioni, l´IMU riserva un trattamento di favore solo all´abitazione in cui il contribuente ha residenza e domicilio abituale.

Come si calcola l´imponibile?

Occorre aspettare la delibera del Comune in cui si trova l´immobile. Inoltre, bisogna tenere presente che il Governo si riserva il diritto, una volta incassato l´acconto della prima rata, di rivedere i margini di oscillazione entro cui i Comuni possono fissare le aliquote.

Quali sono le aliquote applicabili?

Se l´immobile è l´abitazione principale, il Comune potrà applicare un´aliquota compresa tra lo 0,2 e lo 0,6%; l´aliquota standard è lo 0,4%. Dall´importo così ottenuto bisogna detrarre 200 euro e 50 euro per ogni figlio con meno di 26 anni. E´ possibile detrarre fino a 600 euro. Per le abitazioni secondarie (seconde case e immobili non residenziali) l´aliquota standard è lo 0,76%.

Cosa si intende per abitazione principale?

Si tratta dell´ appartamento dove risiede il nucleo familiare. Questo comporta che, se due coniugi hanno ognuno un appartamento intestato nello stesso comune ma la residenza in uno solo, non potranno usufruire di agevolazioni nel caso di trasferimento di residenza perché il nucleo familiare (moglie e figli) sono residenti nel primo appartamento.

Come si può pagare l´acconto?

Sulla base delle aliquote standard; a dicembre ci sarà il saldo sulla base delle aliquote reali. Per l´abitazione principale, è possibile pagare in tre rate: la terza a saldo. La prima va versata entro il 18 giugno (non ci saranno deroghe!); la seconda entro il 17 settembre. E´ importante sottolineare che le rate di acconto vanno pagate esclusivamente tramite modulo F24.

Ci sono limiti di reddito per le detrazioni per i figli?

No, i requisiti necessari sono due: i figli devono avere meno di 26 anni e avere la stessa residenza dei genitori.

Che succede se l´abitazione è in uso a un figlio?

Si paga come se fosse una seconda casa.

Ci sono agevolazioni per gli Immobili affittati e i non residenziali?

Sugli immobili locati a canone libero i comuni possono scendere fino allo 0,4%, ma è difficile che si verifichi questa possibilità perché lo 0,4% va comunque allo Stato. Sulle case locate a canone concordato, le amministrazioni possono prevedere agevolazioni senza dover pagare nulla allo Stato.
Sugli immobili posseduti da persone giuridiche è possibile scendere fino allo 0,4% (in quanto le società non pagano l´Irpef ma l´Ires, che non viene assorbita dall´IMU).

Come si calcolano i box e le pertinenze?

Se c´è un solo box pertinenziale a un appartamento considerato abitazione principale avrà il medesimo trattamento; niente agevolazioni invece per i box non pertinenziali. Le pertinenze prive di rendita autonoma, come le cantine, seguono l´aliquota dell´immobile principale.

Quali sono le regole per gli immobili agricoli?

Se si tratta di terreni, la base di calcolo è il reddito dominicale rivalutato del 25% e moltiplicato con il coefficiente 135, che scende a 115 per gli immobili posseduti o condotti da coltivatori diretti. L´aliquota base è sempre quella dello 0,76% con una serie di detrazioni sui primi 32 mila euro di valore del terreno se il proprietario è un imprenditore agricolo e sono esenti i terreni nelle località montane.

Nel complesso, si pagheranno più tasse sulla casa?

Il Governo si è impegnato a lasciare inalterato il gettito fiscale complessivo e a non aumentare l´entità del prelievo alle compravendite.
form di richiesta informazioniPERCHE´ LA CONSULENZA LEGALE ON LINEEEEE

La professione legale è totalmente mutata negli ultimi anni e, soprattutto, si è adeguata alle nuove tecnologie di comunicazione, in modo da andare incontro alle esigenze di coloro che per motivi diversi non possono o non vogliono recarsi personalmente dall´avvocato.
La consulenza legale on line rappresenta un modo semplice, veloce e, soprattutto, economico per ottenere un parere legale qualificato.



LO STUDIO LEGALE CARDELLA OFFRE CONSULENZA ON LINE SU PROBLEMATICHE RELATIVE ALLE SEGUENTI MATERIE

DIRITTO DI FAMIGLIA:

•Matrimonio
•Separazione
•Divorzio
•Regime patrimoniale della famiglia - patto di famiglia - trust
•Impresa familiare
•Famiglia di fatto - convivenza more uxorio
•Contratti di convivenza eterosessuale e omosessuale
•Amministrazione di sostegno - interdizione - inabilitazione
•Cambiamento di sesso
•Cambiamento del nome e del cognome
•Filiazione
•Adozione nazionale e internazionale
•Potestà genitoriale
•Tutela e curatela del minore
•Mobbing
•Successioni - donazioni
•Diritto penale della famiglia: delitti contro la famiglia - artt. 556 - 574 c.p.
-Immigrazioni


DIRITTO DEI CONSUMATORI


•Opposizioni cartelle esattoriali e contravvenzioni
•Rapporto di consumo
•Garanzie dei beni
•Vizi dei prodotti
•Clausole vessatorie
•Diritto di recesso
•Pubblicità ingannevole


•Azioni di risarcimento danni contrattuali ed extracontrattuali
•Responsabilità professionale
•Rapporti condominiali
•Rapporti di locazione
•Rapporti di lavoro


COSTO

Il costo base della consulenza legale online è di € 80,00, oltre cassa di previdenza (4%) ed iva (22%), per un totale di € 101,50, oltre ad eventuali spese da sostenere ed autorizzate dall´assistito (spese di ricerca anagrafiche e/o tecniche e/o di certificati e bolli vari).
In caso di problematiche di particolare complessità e studio, il costo della consulenza può variare ma, in ogni caso, verrà preventivato e comunicato per iscritto all´assistito al momento della sua richiesta, in modo tale che potrà liberamente decidere di accettare o meno.
Il costo della richiesta consulenza online va versato anticipatamente a mezzo bonifico bancario o carta PostePay (quest´ultima pagabile anche nelle tabaccherie) alle coordinate che saranno comunicate a seguito della richiesta inoltrata a mezzo mail.

Copia dell´avvenuto versamento va inviata al seguente indirizzo di posta elettronica: avv.antoniocardella@libero.it.


N.B.

1. IL COSTO VERSATO PER LA CONSULENZA LEGALE ON LINE VERRA´ DETRATTO DAI COSTI PER UN EVENTUALE GIUDIZIO, SUCCESSIVO ALLA CONSULENZA.



COME RICHIEDERE LA CONSULENZA

PER RICHIEDERE LA CONSULENZA ON LINE E´ NECESSARIO:


1. RIEMPIRE IL "FORM" CHE APPARE, IN TUTTI I SUOI CAMPI

2. NELLA NOTA 1 DESCRIVERE BREVEMENTE LA PROBLEMATICA E FORMULARE I QUESITI SUI QUALI SI DESIDERA RICEVERE LA CONSULENZA ON LI NE

3. PREMERE INVIA


N.B.

NON SI EFFETTUANO CONSULENZE TELEFONICHE.

PERVENUTA LA RICHIESTA DI CONSULENZA ON LINE, LO STUDIO LEGALE CARDELLA PROVVEDERA´ AD INVIARE, AL VOSTRO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA, CONFERMA DELL´ACCETTAZIONE DELL´INCARICO E DEL COSTO PREVENTIVATO, A SEGUITO DELLA QUALE IL RICHIEDENTE DOVRA´ INVIARE MAIL DI ACCETTAZIONE ALL´INDIRIZZO avv.antoniocardella@libero.it, CON ALLEGATA COPIA DEL VERSAMENTO EFFETTUATO.
IL PARERE SCRITTO PREVEDE:
1. RICHIAMI DELLA NORMATIVA RIGUARDANTE LA PROBLEMATICA;
2. RICERCHE GIURISPRUDENZIALI DI MERITO (GIUDICE DI PACE, TRIBUNALE, CORTE D´APPELLO) E DI LEGITTIMITA´ (CORTE DI CASSAZIONE).
3. CONSIGLIO DELL´AVV. ANTONIO CARDELLA.

IL PARERE VERRA´ RECAPITATO, UNITAMENTE ALLA FATTURA, ALL´INDIRIZZO MAIL INDICATO DALL´ASSISTITO, ENTRO SETTE GIORNI LAVORATIVI DALLA RICEZIONE DELL´ACCREDITO DEL PAGAMENTO.

LO STUDIO LEGALE CARDELLA SI RISERVA, PER CONSULENZE DI PARTICOLARE COMPLESSITA´, DI CONTATTARE IL RICHIEDENTE.




Informativa ai sensi del Decreto Legislativo n. 196/2003 sulla tutela dei dati personali.
I dati forniti verranno utilizzati dallo Studio Legale Cardella al fine di fornire il servizio e le informazioni richieste anche mediante l´uso di email, fax, telefono, cellulare, sms o di altre tecniche di comunicazione a distanza.




I campi in grassetto sono obbligatori.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio