Statistiche gratis
Avv. ANTONIO CARDELLA Via Cimaglia, 112 Tel/Fax 081 8491273 80059 Torre del Greco (NA) ESPERTO IN DIRITTO DI FAMIGLIA E DEI CONSUMATORI
26 Novembre 2020

Lettera appello degli obbligazionisti al Presidente Napolitano

05-07-2012 19:47 - AGGIORNAMENTI e COMMENTI
Torre del Greco, 5 luglio 2012
Crac Deiulemar, lettera-appello degli obbligazionisti a Giorgio Napolitano: «Non insabbiate il nostro dramma»
Sos al capo dello Stato: «Ci sono 13.000 famiglie che rischiano di perdere tutti i propri soldi»


«Il nostro caso non deve essere insabbiato». Si apre così la lettera-appello che un obbligazionista della Deiulemar ha inviato all´attenzione del capo dello Stato per mantenere accese le speranze delle 13.000 famiglie che rischiano di perdere tutti i soldi investiti nel colosso economico di via Tironi: una missiva disperata per sollecitare il presidente della Repubblica a «vigilare sulla questione» e «a intervenire in prima persona, inviando gli indispensabili rinforzi necessari alla procura di Torre Annunziata».
Un «grido d´agonia» che si alza proprio nel giorno in cui la corte d´appello di Napoli rinvia il verdetto sul doppio reclamo presentato dalle tre «storiche» famiglie di armatori per cancellare il fallimento deciso lo scorso 2 maggio dal giudice Massimo Palescandolo: due pagine fitte fitte in cui il «portavoce» degli investitori ricostruisce a Giorgio Napolitano tutte le tappe e tutte le omissioni scoperte in sei mesi da incubo per gli investitori della «banca privata» di Torre del Greco.

Fonte: Metropolisweb

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio