Statistiche gratis
Avv. ANTONIO CARDELLA Via Cimaglia, 112 Tel/Fax 081 8491273 80059 Torre del Greco (NA) ESPERTO IN DIRITTO DI FAMIGLIA E DEI CONSUMATORI
20 Settembre 2020

PHISHING: CONSIGLI


In relazione al fenomeno del phishing, le Poste Italiane hanno comunicato che non chiedono mai attraverso messaggi di posta elettronica di fornire dati personali delle carte di credito o della Postepay. Il phishing, che è una combinazione di termini inglesi, viene attuato da truffatori che inviano false e-mail apparentemente provenienti da una banca, delle Poste o da una società emittente di carte di credito. Le e-mail utilizzano il logo, il nome e il layout tipico dell´azienda imitata, invitando il destinatario a collegarsi tramite un link ad un sito Internet del tutto simile a quello della azienda e ad inserirvi, generalmente attraverso una finestra pop-up che si apre dallo stesso link, le informazioni riservate. Grazie ai dati ottenuti con l´inganno, il truffatore può effettuare transazioni postali o bancarie a nome della vittima o sfruttare la sua carta di credito.
Poste Italiane fa osservare a tale proposito che tutto è studiato nei particolari: il titolare di un conto corrente on line -ma l´e-mail può arrivare a chiunque abbia un indirizzo di posta elettronica- è convinto di ricevere un messaggio proveniente da Poste Italiane. L´utente, inconsapevole di essere al centro di una frode informatica, viene collegato su pagine web contraffatte, simili a quelle del sito di Poste Italiane. Dati e codici di accesso inseriti potrebbero poi essere utilizzati dalla rete criminale. I casi più recenti hanno riguardato siti collocati su un dominio web coreano, individuato attraverso il collegamento con e-mail freaudolente inviate dai truffatori. Poste Italiane ha attivato pertanto una casella e-mail antiphishing@posteitaliane.it, dove possono essere lasciate indicazioni utili a chi è stato vittima di raggiri. Una volta ricevuta la notizia di phishing, Poste Italiane avvisa tempestivamente la Polizia postale chiedendo l´immediata rimozione del sito incriminato.
Diffidare, dunque, delle e-mail che chiedono l´inserimento di dati riservati. Nel caso in cui un´e-mail contenga richieste di informazioni su codici o password per accedere a servizi on line, non dare alcuna risposta, ma informare immediatamente Poste Italiane chiamando il numero gratuito 803.160, oppure scrivendo alla casella di posta elettronica antiphishing@posteitaliane.it. Quando, poi, si inseriscono dati riservati in una pagina web, verificare che questa sia protetta: le pagine sicure sono riconoscibili dal lucchetto presente nella parte in basso a destra.

COSA FARE

Poste Italiane ritorna sul fenomeno del "phishing" attivato da raggiratori che inviano false e-mail che sembrano provenire dalle stesse Poste Italiane chiedendo numeri di carte di credito, di conti correnti, di coordinate bancarie e altre informazioni personali a scopo di truffa. Per quanto riguarda le Poste, la comunicazione è studiata per spingere gli utenti che la leggono a credere che si tratti di un messaggio ufficiale proveniente da Bancoposta@poste.it. In questo modo, i criminali tentano di carpire la buona fede dei clienti Bancoposta titolari di conto on-line o di carta Postepay (ma la e-mail può arrivare a chiunque), invitandoli su pagine web truccate per apparire quali pagine del sito di Poste Italiane. Su questi spazi web abusivi, i phishers chiedono all´utente di lasciare i propri dati e codici di accesso, che vengono pertanto catturati dagli autori delle truffe. Persino i link presentati nelle e-mail, ad uno sguardo superficiale, sembrano legittimi, mentre sono mascherati per trarre in inganno più facilmente gli utenti meno esperti.
Per contrastare il fenomeno descritto e per tutelare la propria clientela, Poste Italiane sta adottando una serie di contromisure che seguono una logica di comunicazione, prevenzione e contrasto, ricordando innanzi tutto che in nessun caso Poste Italiane chiede via e-mail ai propri correntisti di inviare dati come password, nome utente o codice dispositivo segreto.
Per il contrasto dei siti fraudolenti (che riproducono illecitamente il logo ed il nome di Poste Italiane) è stata attivata, da dicembre 2005, una Centrale degli Allarmi Antiphishing, al fine di ridurre al minimo il tempo di scoperta degli attacchi e procedere all´oscuramento dei siti clone (solamente nell´ultimo trimestre sono stati bloccati 317 siti fraudolenti). A tal fine, è stato adottato un controllo continuo e giornaliero, attraverso un sistema antiphishing, dei siti web pubblicati su internet che si prestino ad essere utilizzati per le finalità fraudolente. Grazie a questo sistema, nel 2006, la Centrale Allarmi ha identificato e chiuso numerosi siti web clone di BancoPosta; nei primi tre mesi del 2007, tale attività si è intensificata a seguito dell´aumento esponenziale del fenomeno phishing. Va, poi, considerato che, qualora sia rilevata l´esistenza di siti fraudolenti, Poste Italiane provvede ad avvisare immediatamente le Forze di Polizia per l´adozione dei provvedimenti di competenza. L´azienda ha, inoltre, costituito una task force cui partecipano diverse funzioni aziendali che coordinano tutte le azioni finalizzate a evitare gli attacchi.
E´ stata infine attivata una casella e-mail (info@poste.it) ove gli utenti che hanno ricevuto e-mail fraudolente ovvero i clienti di Poste Italiane che intendano effettuare una segnalazione possono lasciare indicazioni utili.

Fonte: Unione Nazionale Consumatori
form di richiesta informazioniPERCHE´ LA CONSULENZA LEGALE ON LINEEEEE

La professione legale è totalmente mutata negli ultimi anni e, soprattutto, si è adeguata alle nuove tecnologie di comunicazione, in modo da andare incontro alle esigenze di coloro che per motivi diversi non possono o non vogliono recarsi personalmente dall´avvocato.
La consulenza legale on line rappresenta un modo semplice, veloce e, soprattutto, economico per ottenere un parere legale qualificato.



LO STUDIO LEGALE CARDELLA OFFRE CONSULENZA ON LINE SU PROBLEMATICHE RELATIVE ALLE SEGUENTI MATERIE

DIRITTO DI FAMIGLIA:

•Matrimonio
•Separazione
•Divorzio
•Regime patrimoniale della famiglia - patto di famiglia - trust
•Impresa familiare
•Famiglia di fatto - convivenza more uxorio
•Contratti di convivenza eterosessuale e omosessuale
•Amministrazione di sostegno - interdizione - inabilitazione
•Cambiamento di sesso
•Cambiamento del nome e del cognome
•Filiazione
•Adozione nazionale e internazionale
•Potestà genitoriale
•Tutela e curatela del minore
•Mobbing
•Successioni - donazioni
•Diritto penale della famiglia: delitti contro la famiglia - artt. 556 - 574 c.p.
-Immigrazioni


DIRITTO DEI CONSUMATORI


•Opposizioni cartelle esattoriali e contravvenzioni
•Rapporto di consumo
•Garanzie dei beni
•Vizi dei prodotti
•Clausole vessatorie
•Diritto di recesso
•Pubblicità ingannevole


•Azioni di risarcimento danni contrattuali ed extracontrattuali
•Responsabilità professionale
•Rapporti condominiali
•Rapporti di locazione
•Rapporti di lavoro


COSTO

Il costo base della consulenza legale online è di € 80,00, oltre cassa di previdenza (4%) ed iva (22%), per un totale di € 101,50, oltre ad eventuali spese da sostenere ed autorizzate dall´assistito (spese di ricerca anagrafiche e/o tecniche e/o di certificati e bolli vari).
In caso di problematiche di particolare complessità e studio, il costo della consulenza può variare ma, in ogni caso, verrà preventivato e comunicato per iscritto all´assistito al momento della sua richiesta, in modo tale che potrà liberamente decidere di accettare o meno.
Il costo della richiesta consulenza online va versato anticipatamente a mezzo bonifico bancario o carta PostePay (quest´ultima pagabile anche nelle tabaccherie) alle coordinate che saranno comunicate a seguito della richiesta inoltrata a mezzo mail.

Copia dell´avvenuto versamento va inviata al seguente indirizzo di posta elettronica: avv.antoniocardella@libero.it.


N.B.

1. IL COSTO VERSATO PER LA CONSULENZA LEGALE ON LINE VERRA´ DETRATTO DAI COSTI PER UN EVENTUALE GIUDIZIO, SUCCESSIVO ALLA CONSULENZA.



COME RICHIEDERE LA CONSULENZA

PER RICHIEDERE LA CONSULENZA ON LINE E´ NECESSARIO:


1. RIEMPIRE IL "FORM" CHE APPARE, IN TUTTI I SUOI CAMPI

2. NELLA NOTA 1 DESCRIVERE BREVEMENTE LA PROBLEMATICA E FORMULARE I QUESITI SUI QUALI SI DESIDERA RICEVERE LA CONSULENZA ON LI NE

3. PREMERE INVIA


N.B.

NON SI EFFETTUANO CONSULENZE TELEFONICHE.

PERVENUTA LA RICHIESTA DI CONSULENZA ON LINE, LO STUDIO LEGALE CARDELLA PROVVEDERA´ AD INVIARE, AL VOSTRO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA, CONFERMA DELL´ACCETTAZIONE DELL´INCARICO E DEL COSTO PREVENTIVATO, A SEGUITO DELLA QUALE IL RICHIEDENTE DOVRA´ INVIARE MAIL DI ACCETTAZIONE ALL´INDIRIZZO avv.antoniocardella@libero.it, CON ALLEGATA COPIA DEL VERSAMENTO EFFETTUATO.
IL PARERE SCRITTO PREVEDE:
1. RICHIAMI DELLA NORMATIVA RIGUARDANTE LA PROBLEMATICA;
2. RICERCHE GIURISPRUDENZIALI DI MERITO (GIUDICE DI PACE, TRIBUNALE, CORTE D´APPELLO) E DI LEGITTIMITA´ (CORTE DI CASSAZIONE).
3. CONSIGLIO DELL´AVV. ANTONIO CARDELLA.

IL PARERE VERRA´ RECAPITATO, UNITAMENTE ALLA FATTURA, ALL´INDIRIZZO MAIL INDICATO DALL´ASSISTITO, ENTRO SETTE GIORNI LAVORATIVI DALLA RICEZIONE DELL´ACCREDITO DEL PAGAMENTO.

LO STUDIO LEGALE CARDELLA SI RISERVA, PER CONSULENZE DI PARTICOLARE COMPLESSITA´, DI CONTATTARE IL RICHIEDENTE.




Informativa ai sensi del Decreto Legislativo n. 196/2003 sulla tutela dei dati personali.
I dati forniti verranno utilizzati dallo Studio Legale Cardella al fine di fornire il servizio e le informazioni richieste anche mediante l´uso di email, fax, telefono, cellulare, sms o di altre tecniche di comunicazione a distanza.




I campi in grassetto sono obbligatori.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio