Statistiche gratis
Avv. ANTONIO CARDELLA Via Cimaglia, 112 Tel/Fax 081 8491273 80059 Torre del Greco (NA) ESPERTO IN DIRITTO DI FAMIGLIA E DEI CONSUMATORI
17 Ottobre 2021
news
percorso: Home > news > NEWS CONSUMATORI

Tribunale di Torre Annunziata: ENI condannata alla rimozione dei sigilli apposti ad un contatore di un utente per asserita morosità

02-01-2017 10:11 - NEWS CONSUMATORI
Tribunale Torre Annunziata, Ordinanza del 30.12.2016

Con un´esemplare Ordinanza, depositata in data 30.12.2016, il Tribunale di Torre Annunziata, G.I. Dottoressa Blasi, ha accolto totalmente il ricorso ex art. 700 depositato dall´avv. Antonio Cardella, in nome e per conto di un consumatore torrese, ordinando all´ENI s.p.a. l´immediata rimozione dei sigilli apposti al contatore, per la fornitura del gas, all´interno dell´abitazione del consumatore.
I sigilli erano stati apposti in data 24/10/2016 per un´asserita morosità che, in realtà, non è mai esistita.
Il consumatore in oggetto, infatti, in data 12.5.2007 aveva stipulato un contratto per la fornitura del gas presso la propria abitazione con Enel Energia, dopo aver regolarmente comunicato a napoletana Gas (incorporata da ENI), con raccomandata del 33.3.2007, il recesso dal rapporto di somministrazione precedentemente instaurato. Nonostante ciò, e nonostante un precedente sentenza del Giudice di Pace di Torre del Greco, del 22.8.2010, con cui era stata accertata in via incidentale la cessazione di ogni rapporto contrattuale tra le parti, ENI s.p.a aveva continuato ad inviare al ricorrente fatture di pagamento e, a fronte dell´inadempimento del consumatore, aveva provveduto ad apporre i sigilli al suo contatore.
L´ENI S.p.A, costituitasi in giudizio a mezzo del proprio avvocato, ha contestato tale ricostruzione dei fatti, deducendo che il rapporto contrattuale con il ricorrente sarebbe ancora in essere.
Tuttavia, la documentazione probatoria depositata agli atti dall´avv. Cardella e la discussione orale tenuta all´udienza del 22/12/2016, hanno pienamente provato, e convinto il Magistrato, la fondatezza di quanto dedotto dal consumatore.
Con l´ordinanza in oggetto, infatti, il giudice ha ordinato l´immediata rimozione dei sigilli, condannando l´ENi al pagamento delle spese processuali quantificate in circa 2.000 euro.
Condanna esemplare, quindi, che ora aprirà le porte al giudizio di merito per la richiesta di risarcimento dei danni provocati alla famiglia torrese, nei due mesi di sospensione, per l´illegittima sospensione patita di un bene essenziale, quale è il gas.


Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
Utilizziamo i cookies
Questo sito utilizza cookie propri al fine di migliorare il funzionamento e monitorare le prestazioni del sito web e/o cookie derivati da strumenti esterni che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze, come dettagliato nella Cookie Policy. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. Cliccando sul pulsante ACCONSENTO, acconsenti all'uso dei cookie. Ignorando questo banner e navigando il sito acconsenti all'uso dei cookie.
Cookie Policy - Privacy Policy
Accetta i cookies necessari